mappa
  • Provincia di Cosenza
  • BSAE
  • BAP CZ - CS - KR
  • ARCHIVIO DI STATO
    Via Giovan Vincenzo Gravina
    87100 Cosenza(CS)
  • BIBLIOTECA NAZIONALE
    Piazza Toscano
    87100 Cosenza(CS)
  • Provincia di Reggio Calabria
  • BA
  • BAP RC - VV
  • ARCHIVIO DI STATO
    Via Lia Casalotto
    89100 Reggio Calabria(RC)
  • SOPRINTENDENZA ARCHIVISTICA
    Via Tripepi 59
    89100 Reggio Calabria(RC)
  • Provincia di Vibo Valentia
  • ARCHIVIO DI STATO
    Via Jan Palach, 46
    89900 Vibo Valentia(VV)
  • Provincia di Catanzaro
  • ARCHIVIO DI STATO
    Piazza Rosario,6
    88100 Catanzaro(CZ)
  • SEGRETARIATO
    REGIONALE
    PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DELLA CALABRIA

    Via Scylletion,1
    Roccelletta di Borgia(CZ)
Questo sito utilizza anche i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie

28/04/2014 | Borgia (CZ)

POR - FESR 2007-2013

Completamenti: POR - FESR 2007-2013 - Borgia (CZ) Parco Archeologico di Scolacium. Scavo, restauro e valorizzazione
 
 
Data Scadenza: 18/06/2014
Importo: 589.228,67 €
 
Contenuto Bando
In esecuzione del decreto dirigenziale n. 87 del 14.04.2014 si pubblica il bando relativo all'appalto denominato: Appalto misto per l’esecuzione di lavori ed operazioni specialistiche connesse allo scavo archeologico sulla base del progetto definitivo sulla base del progetto definitivo, per l’intervento denominato: Borgia (CZ). Parco archeologico di Scolacium - Scavo, restauro e valorizzazione   
CUP: F39G11000200006 - CIG(SIMOG): 5590515EE8
Si informa che il termine ultimo per presentare richiesta di sopralluogo OBBLIGATORIO  sono le ore 12:00 del 26.05.2014 mendiante e-mail da inviare esclusivamente all'indirizzo di posta elettronica: mbac-sba-cal@mailcert.beniculturali.it 
Le richieste di informazione/chiarimenti dovranno essere trasmesse entro le ore 12:00 del
 26.05.2014 esclusivamente all'indirizzo di posta elettronicadirezioneregionalecalabria@pec.it. Saranno ritenute irricevibili le richieste trasmesse oltre le  12:00 del 26.05.2014. 
IL TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE è FISSATO ALLE ORE 12:00 DEL 3.06.2014
Si pubblica avviso di rettifica e posticipo per la gara di cui si tratta.
Si informa che il termine per la prenotazione del sopralluogo è posticipato alle ore 12:00 del giorno 6 giugno 2014 mentre il termine per la presentazione delle offerte è posticipato alle ore 12:00 del giorno 18 giugno 2014. Fermo il resto. 
Bando di gara
Disciplinare di gara
Relazione Generale
Relazioni specialistiche
Relazione impianti
Computo metrico estimativo
Computo metrico sicurezza
Elenco prezzi unitari
Analisi nuovi prezzi
Capitolato Speciale di appalto
Piano della sicurezza
Cronoprogramma
Planimetria generale
Elaborati grafici
Incidenza della manodopera
Piano della Sicurezza
Verbale di sopralluogo 
Si comunica che la Commissione di gara si è convocata per il giorno 24.07.2014 alle ore 10.30 presso la sede della Direzione Regionale sita in Via Skylletion, 1 Borgia in seduta pubblica per l'apertura dei plichi pervenuti.
Si comunica che la Commissione di gara si è convocata per il giorno 23.10.2014 alle ore 12:00 presso la sede della Direzione Regionale sita in Via Skylletion, 1 Borgia in seduta pubblica per l'apertura delle offerte economiche dei concorrenti ammessi alla procedura.
Si pubblica il verbale n. 7 del 23.10.2014 con allegata la tabella dei punteggi finali
Si pubblica avviso di appalto aggiudicato
Si comunica che in data 19.12.2014 è stato affidato incarico di Coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori all'arch. Claudio Foti (P.IVA 02041390796) con studio in Chiaravalle Centrale (CZ) Via L. Razza 37 per un importo complessivo pari ad € 15.200,00 ed avente una durata di 18 mesi dalla data della stipula e comunque fino al collaudo dell'intervento. 
 
 
 

27/05/2014

D:
Sono a chiederle se il plico contenente l'offerta può essere consegnato attraverso il sistema "in corso particolare" previsto dalle poste italiane.
Cioè il plico viene ricevuto dallo sportello postale come raccomandata timbrato e ridato al mittente per la consegna in proprio.
R:E' possibile procedere alla consegna dei plichi nella forma di autoprestazione ai sensi dell’articolo 8 decreto legislativo 22 luglio 1999, n. 261 che rappresenta l'ipotesi sopra richiamata. 
 

26/05/2014

D:con codesta si intende porle il nostro quesito inerente al punto 11- Contenuto della Busta B, del disciplinare di gara.  In particolare, per la redazione della documentazione tecnica si chiede cosa si intende per :
 

> > - pagine , per la relazione illustrativa;
 

> > - fogli in formato standardizzato ,  per gli elaborati grafici;
 

> > - cartelle , per la relazione descrittiva; 
 

> > e quindi qual'é, esplicitamente, la tipologia di formato  relativamente ad ognuna di cui sopra
R:per cartelle delle relazioni descrittive si intendono singole facciate di pagine in formato A4 (a tal fine le definizioni di “cartella”, “facciata” e “pagina” sono sinonimi) con non più di 40 (quaranta) righe per pagina e con scrittura in corpo non inferiore a 10 (dieci) punti, eventualmente contenenti schemi o diagrammi; per fogli in formato standard si intendono elaborati in formato non inferiore ad A4 e non superiore ad A3 con rappresentazioni in scala o fuori scala elaborate con qualunque tecnica grafica (disegni, schizzi, rendering, fotografie ecc.); non sono computati gli indici e i sommari, le copertine e le eventuali certificazioni di organismi indipendenti allegate alle relazioni.
 

21/05/2014

D:La gara in questione è assoggettata all’AVCPass , vista l’intervenuta approvazione definitiva del Decreto Legge n. 150/2013 (Milleproroghe) che prevede la proroga al 1 luglio 2014 dell’avvio del sistema
R:A seguito di numerose segnalazioni relative al presunto blocco del sistema AVCPass, questa Stazione Appaltante ha preso contatti con il Contact Center (800896936) dell’AVCP che ha fornito le seguenti istruzioni:
1.      Gli operatori economici che avessero problemi nell’acquisizione del PASSOE sono invitati a segnalare le anomalie al sopra citato Contact Center (800896936) dell’AVCP;
2.      Qualora permanesse lo stato di blocco, potranno segnalare con dichiarazione da allegare alla busta a- documentazione amministrativa, tale situazione;
3.      Il mancato inserimento del PASSOE, come da bando e disciplinare di gara, non è causa di esclusione, tuttavia, qualora il concorrente risulti aggiudicatario e/o estratto ai fini della verifica dei requisiti, sarà chiamato ad adeguarsi entro 10 giorni dalla comunicazione; 
 

21/05/2014

D:Buongiorno volevo porVi un quesito riguardo il punto III del DISCIPLINARE DI GARA ovvero:
"III) dichiarazione sostitutiva ai sensi dell' art. 47 del d.P.R. del 28 dicembre 2000, n.445, relativa al possesso dell'attestazione di qualificazione ovvero attestazione di qualificazione in copia autentica (anche mediante fotocopia sottoscritta dal legale rappresentante ed accompagnata da copia del documento di identità dello stesso), nel caso di concorrenti costituiti da raggruppamenti, aggregazioni di imprese di rete consorzi - costituiti da costituirsi - più dichiarazioni o attestazioni (fotocopie sottoscritte dai legali rappresentanti ed accompagnate da  copie dei documenti di identità degli stessi), rilasciatale da società organismo di attestazione (SOA) regolarmente autorizzata, in corso di validità che documenti la qualificazione in categorie e classifiche adeguate, i sensi dell'articolo  40, comma 3, lett. a) e b) del Codice nonché il possesso del sistema di qualità aziendale (necessaria per appalti di importo superiore ad euro 516.000)."
LA MIA DOMANDA E' SE IL SISTEMA DI QUALITA' E' NECESSARIO PER QUESTO APPALTO (CONSIDERATO CHE LA CLASSIFICA PER LA CATEGORIA PREVALENTE (OG2) E' LA II E CONSIDERATO CHE LE CATEGORIE PRESE SINGOLARMENTE NON SUPERANO I 516.000€)
(nel caso di ATI) PUO' VALERE IL SISTEMA DI QUALITA' DELL' IMPRESA MANDANTE OPPURE NECESSITA DEL SISTEMA QUALITA' ANCHE LA MANDATARIA??
R:Visti gli importi delle categorie di lavorazione previste all’art. II.10 e considerato che, l’art. 63, c. 1 del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 testualmente recita: “Ai fini della qualificazione, ai sensi dell'articolo 40, comma 3, lettera a), del codice, le imprese devono possedere il sistema di qualità aziendale conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9000, ad esclusione delle classifiche I e II”.
Inoltre la previsione contenuta alla pagina 17 del disciplinare di gara che testualmente recita: “… nonché il possesso del sistema di qualità aziendale (necessaria per appalti di importo superiore ad euro 516.000” .
Pertanto non si ravvisa alcuna prescrizione relativa al possesso del sistema di qualità aziendale in quanto è specificatamente previsto che questa è necessaria per gli appalti di importo superiore ad € 516.000,00.
 
 

21/05/2014

D:E’ richiesto nel bando di gara, fra l'altro, la qualificazione per la categoria scorporabile”OS25” per l'importo di € 225.868,16, indicata “non subappaltabile.
Premesso
  • che il bando di gara è stato pubblicato in data 24/04/2014 con prot. MBAC-DR-CAL-DRC3 3794,
  • che, stante le disposizioni di legge fino alla data del 26/04/2014 gli articoli 107-109 del dpr 207/2010, e ss.mm.ii., sono abrogati,
in considerazione del fatto che il DM del 24/04/2014, che ripristina gli articoli 107-109 del dpr 207/2010, è entrato in vigore in data 27/04/2014, quindi successivamente alla pubblicazione del bando in questione,
R:La categoria di lavorazioni OS 25 Scavi archeologici è categoria a qualificazione obbligatoria anche prima dell’entrata in vigore della normativa citata dall’operatore economico interessato alla procedura. Inoltre, tale lavorazione ha un importo complessivo di € 225.868,16 e rappresenta una quota pari al 39,3% dell’importo complessivo dei lavori.
La normativa vigente prima dell’entrata in vigore del citato decreto e tenendo conto di quanto stabilito nella Determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture n. 25 del 20/12/2001 la quale stabilisce: “… che l'elenco delle categorie a qualificazione obbligatoria è più ampio dell'elenco delle categorie altamente specializzate. Le categorie a qualificazione obbligatoria non comprese nel suddetto elenco sono: OS9 - impianti per la segnaletica luminosa e la sicurezza del traffico; OS10 - segnaletica stradale non luminosa; OS15 - pulizia di acque marine, lacustri, fluviali; OS24 - verde e arredo urbano; OS25 - scavi archeologici; OS31 - impianti per la mobilità sospesa”.
Inoltre la citata determinazione dispone altresì che: “…La disposizione legislativa (articolo 13, comma 7, della legge 109/1994 e successive modificazioni) stabilisce che viene in evidenza il divieto di subappalto nel caso in cui l'oggetto dell'appalto o della concessione comprenda, oltre alle lavorazioni appartenenti alla categoria prevalente, "opere per le quali siano necessari lavori e componenti di notevole contenuto tecnologico e di rilevante complessità tecnica, quali strutture, impianti ed opere speciali", elencate nel regolamento generale (articoli 72, comma 4 e 74, comma 2, del dpr 554/1999) e denominate sinteticamente, come prima detto, categorie altamente specializzate, "qualora ciascuna di tali opere superi altresì in valore il 15% dell'importo totale dei lavori". E', quindi, in primo luogo necessario interpretare cosa si debba intendere per la frase "qualora ciascuna di tali opere superi altresì in valore il 15% dell'importo totale dei lavori".
Il termine "qualora" è una congiunzione condizionale che significa "nel caso che, quando, se mai" ed ha nel contempo valore temporale ed ipotetico mentre il termine "ciascuno" è un aggettivo ed un pronome indefinito che indica "ogni persona, tutte le persone, una totalità di persone o cose considerate pero' singolarmente" ed il termine "altresì" è un avverbio che significa "anche, inoltre". La frase quindi stabilisce che "nel caso che (...se mai, ...quando...) nel bando di gara siano indicate come categorie scorporabili alcune particolari categorie (di cui si parlerà nel prosieguo) che sono tutte, considerate singolarmente, di importo superiore al 15% dell'importo complessivo dell'intervento" viene in evidenza uno speciale divieto di subappalto.”.
Tanto premesso si riscontra il quesito precisando che, secondo la normativa vigente in materia alla data di pubblicazione del bando di gara, le lavorazioni afferenti la Categoria OS 25 potrà essere eseguita solo da operatore economico qualificato specificatamente in tale categoria secondo le prescrizioni contenute nel bando e nel disciplinare di gara. 
 
copyright 2006 - 2017 Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - CulturaItalia Versione 2.0