mappa
  • Provincia di Cosenza
  • BSAE
  • BAP CZ - CS - KR
  • ARCHIVIO DI STATO
    Via Giovan Vincenzo Gravina
    87100 Cosenza(CS)
  • BIBLIOTECA NAZIONALE
    Piazza Toscano
    87100 Cosenza(CS)
  • Provincia di Reggio Calabria
  • BA
  • BAP RC - VV
  • ARCHIVIO DI STATO
    Via Lia Casalotto
    89100 Reggio Calabria(RC)
  • SOPRINTENDENZA ARCHIVISTICA
    Via Tripepi 59
    89100 Reggio Calabria(RC)
  • Provincia di Vibo Valentia
  • ARCHIVIO DI STATO
    Via Jan Palach, 46
    89900 Vibo Valentia(VV)
  • Provincia di Catanzaro
  • ARCHIVIO DI STATO
    Piazza Rosario,6
    88100 Catanzaro(CZ)
  • SEGRETARIATO
    REGIONALE
    PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DELLA CALABRIA

    Via Scylletion,1
    Roccelletta di Borgia(CZ)
Questo sito utilizza anche i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie

30/04/2014 | Cassano allo Ionio (CS)

POR - FESR 2007-2013

Cassano allo Ionio (CS) - Area di Casa Bianca - Valorizzazione
 
 
Data Scadenza: 27/05/2014
Importo: 206.633,30 €
 
Contenuto Bando
In esecuzione del decreto dirigenziale n. 109 del 24.04.2014 si pubblica il bando relativo all'appalto denominato: Appalto di sola esecuzione di lavori sulla base del progetto definitivo, per l’intervento denominato: Cassano allo Ionio (CS) Progetto di valorizzazione dell’area archeologica di Sibari – Cantiere di Casa Bianca – V° Stralcio   
CUP: F14B11001920001 - CIG(SIMOG): 57391185FE
Si informa che il termine ultimo per presentare richiesta di sopralluogo OBBLIGATORIO  sono le ore 12:00 del 19.05.2014 mendiante e-mail da inviare esclusivamente all'indirizzo di posta elettronica: direzioneregionalecalabria@pec.it 
Le richieste di informazione/chiarimenti dovranno essere trasmesse entro le ore 12:00 del 19.05.2014 esclusivamente all'indirizzo di posta elettronicadirezioneregionalecalabria@pec.it. Saranno ritenute irricevibili le richieste trasmesse oltre le  12:00 del 19.05.2014. 
IL TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE è FISSATO ALLE ORE 12:00 DEL 27.05.2014
Si pubblica l'avviso di appalto aggiudicato
Bando di gara
Disciplinare di gara
Relazione Generale
Relazione tecnica e foto
Perizia
Elenco prezzi unitari
Manodopera
Piano della sicurezza
Capitolato Speciale di appalto
Verbale sopralluogo
Si comunica che l'insediamento della Commissione per l'apertura delle offerte pervenute è posticipata alle ore 11:00 del giorno 29.05.2014. 
Si pubblica il verbale di insediamento della Commissione di gara. 
Si pubblica il verbale n. 2 del 3 giugno 2014. 
La Commissione si è riconvocata per il giorno 6 giugno 2014 alle ore 10.30 presso la sede operativa di Reggio Calabria sita in Via Fata Morgana 7 - 
Si pubblica il verbale n. 3 del 6 giugno 2014.
Si comunica che la Commissione si è riconvocata per la conclusione delle operazioni di gara il giorno 25.07.2014 alle ore 10.30 presso la sede operativa di Reggio Calabria sita in Via Fata Morgana 7.
Si pubblica il verbale n. 4 del 25.07.2014

 
 
 

22/05/2014

D:Nel disciplinare di gara relativo al "Progetto di valorizzazione dell'area archeologica di Sibari - Cantiere Casa Bianca - V° Stralcio", è indicato, per il pagamento del contributo, un importo pari ad € 35.00, ma, procedendo con il pagamento, l'importo risulta essere pari ad € 20.00.
R:L’importo esatto è pari ad € 20,00
 

22/05/2014

D:A pag 24 del disciplinare di gara è scritto “la domanda, le dichiarazioni e le documentazioni, ad eccezione dei punti di cui ai numeri II), VI) lett; d), m), n), p), q), r), devono contenere a pena di esclusione dalla gara quanto previsto nelle rispettive disposizioni sopra elencate” tuttavia la dichiarazione r) non esiste nel disciplinare.
R:E’ un refuso di stampa. Si consideri come non inclusa la lettera r)
 

22/05/2014

D:In merito all’avcpass se una volta effettuata la domanda di richiesta sul sito dell’avcp il profilo di amminstratore oe non viene attivato in tempo per partecipare alla gara, non sia motivo di esclusione il mancato inserimento dell passoe come prescritto nella faq H8 del sito dell’avcp
R:Il mancato inserimento del PASSOE, come da bando e disciplinare di gara, non è causa di esclusione, tuttavia, qualora il concorrente risulti aggiudicatario e/o estratto ai fini della verifica dei requisiti, sarà chiamato ad adeguarsi entro 10 giorni dalla comunicazione; 
 

21/05/2014

D:Rif. pag. 6 del bando, 1° capoverso: chiediamo conferma o meno che un’impresa possa partecipare anche in assenza di attestazione SOA in categoria OS25.
R:Per mero errore materiale alla pagina 6 del bando di gara e 12 del disciplinare di gara è rimasta la seguente dicitura: “Ovvero, essendo l’importo complessivo dei lavori nella categoria OS 25 inferiore ad € 150.000,00 potranno partecipare i concorrenti, privi di attestazione di qualificazione nella categoria OS 25 rilasciata da una SOA regolarmente autorizzata, ed in alternativa alla stessa, pena esclusione dalla gara, dovranno dimostrare il possesso dei seguenti requisiti di cui all’art. 90 c. 1 del D.P.R. n. 207 del 10 ottobre 2010. In particolare in quest’ultimo caso il concorrente dovrà dichiarare:
- l’importo dei lavori eseguiti direttamente nel quinquennio antecedente la data del presente bando di gara che non potrà essere inferiore all’importo dei lavori in appalto; i lavori eseguiti dovranno essere analoghi a quelli in gara e pertanto riconducibili alla declaratoria di una o più d’una delle seguenti categorie di cui all’allegato A D.P.R. n. 207 del 2010: OS 25. Tali requisiti, autocertificati ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, sono dichiarati in sede di domanda di partecipazione e sono accompagnati, pena l’esclusione dalla gara, da una dichiarazione cumulativa contenente tutti i dati necessari ai fini della verifica della stessa. In particolare tali dichiarazioni dovranno essere complete di: luogo di esecuzione dei lavori, data di avvio dei lavori e di loro conclusione, importo dei lavori, Soprintendenza che ha seguito i lavori. La loro effettiva sussistenza è accertata dalla stazione appaltante secondo le vigenti disposizioni in materia;
- costo complessivo sostenuto per il personale dipendente non inferiore al 15% dell’importo dei lavori eseguiti nel quinquennio antecedente la data di spedizione delle lettere di invito;
- adeguata attrezzatura tecnica”;
Nonché: “Il sistema qualità della serie europea IS0 9001:2008, in corso di validità, nel settore EA28, anche per tutte le imprese raggruppate
Trattandosi di un chiaro errore materiale essendo i lavori superiori ad € 150.000,00 è da ritenersi nulla e cancellata tale previsione dalla pagina 6 del bando di gara e 12 del disciplinare di gara.
Pertanto ai fini della partecipazione alla procedura è NECESSARIA attestazione SOA adeguata come prescritto al punto II.10 del bando di gara. 
Relativamente alla requisito del sistema di qualità della serie europea IS0 9001:2008, in corso di validità, nel settore EA28 è da ritenersi nulla e cancellata tale previsione
 

21/05/2014

D:Rif. pag. 8 del bando, punto f): chiediamo conferma o meno che il verbale di presa visione dei luoghi vada predisposto dall’impresa partecipante secondo il modello pubblicato (in caso di conferma, segnaliamo che sul sito non ci risulta ad oggi pubblicato il suddetto modello).
R:Si. Il modello, UNICO, pubblicato è disponibile sul sito www.beniculturalicalabria.it
 

21/05/2014

D:Posso rispondere alla gara in oggetto senza la SOA ma solo col certificato dei lavori eseguiti? Perché' la mia SOA non è ancora pronta.
R:La sentenza 18.07.2012 n 27, del Consiglio di Stato riunito in adunanza plenaria, ha affrontato il tema della possibilità di partecipare alla procedura di gara da parte di un’impresa che abbia proposto istanza di verifica triennale ma che, ancora, non disponga dell’esito finale della verifica stessa. Al riguardo, il Giudice evidenzia che non vi sarebbe ragione di penalizzare l’impresa che pure abbia adempiuto all’onere di provvedere alla presentazione in termini della domanda di verifica. Infatti, diversamente ragionando, l’impresa verrebbe esclusa pur in mancanza di un esito negativo della verifica, in contrasto con il principio favor partecipationis.
Secondo l’Adunanza Plenaria, dunque, al fine di una legittima partecipazione alla gara l’impresa dovrà esibire la tempestiva istanza per la verifica triennale. E’ opportuno chiarire, tuttavia, che in tale prospettazione viene valorizzata la distinzione dell’ipotesi in cui il concorrente abbia richiesto tempestivamente la verifica triennale con quella in cui la richiesta di verifica triennale non sia stata tempestiva: “Nel caso in cui la richiesta venga formulata dopo che sia spirato il termine triennale di efficacia della verifica, viene meno la possibilità di saldare, sul piano temporale e concettuale, la vigenza originaria dell’attestazione rispetto alla scansione della procedura di verifica, con la conseguenza che, ai sensi del comma 7 [dell’art. 77 d.lgs 163/2006], la verifica positiva opererà ex nunc mentre nelle more, in forza del comma 1, scatterà il divieto di partecipazione.”
Un’importante precisazione viene poi espressa dal Giudice: mentre la proposizione dell’istanza di verifica triennale consente di partecipare alla gara, essa non è sufficiente per poter conseguire l’aggiudicazione.
Infatti, ai sensi dell’art. 11, comma 8 del d.lgs 163/2006 impone espressamente che l’amministrazione verifichi il possesso del requisito della attestazione di qualificazione e, dunque, nell’ipotesi in cui il concorrente sia ammesso sulla sola base della presentazione dell’istanza di verifica triennale, al fine di conseguire una legittima aggiudicazione definitiva occorrerà attendere l’esito positivo di detta verifica.
Tanto premesso, è ammessa la partecipazione purchè siano soddisfatte le condizioni indicate nella Sentenza 18.07.2012 n 27, del Consiglio di Stato riunito in adunanza plenaria.
Si rappresenta che l’eventuale dichiarazione sarà in ogni caso oggetto di verifica da parte di questa S.A. 
 

21/05/2014

D:L’importo a base d'asta è da considerarsi al netto della manodopera e degli oneri di sicurezza?
R:Si veda quanto dettagliatamente indicato al punto II.8 del bando di gara laddove vengono distinte le somme soggette a ribasso e quelle non soggette a ribasso. 
 

21/05/2014

D:Il "passoe'" ne basta uno ed è valido per tutte le gare o bisogna collegarsi e farne uno per ogni gara?
R:Si invita l’operatore economico a visionare attentamente gli atti pubblicati sul sito dell’AVCP ai fini del rilascio  del "passoe'"
 

21/05/2014

D:In riferimento pagina 6 del disciplinare e nello specifico la sezione riguardante il sopralluogo, la scrivente società chiede se lo stesso possa essere effettuato da un consulente tecnico di nostra fiducia (no direttore tecnico né dipendente) provvisto di procura notarile o semplice delega
R:In caso di soggetto esterno alla società è necessaria procura notarile
 

21/05/2014

D:Il ribasso percentuale offerto, si intende applicato all'importo complessivo dell'appalto ad esclusione degli oneri per la sicurezza o all'importo complessivo dell'appalto al netto degli oneri della sicurezza e dei costi della mano d'opera?
R:Si veda quanto dettagliatamente indicato al punto II.8 del bando di gara laddove vengono distinte le somme soggette a ribasso e quelle non soggette a ribasso. 
 

16/05/2014

D:Sono disponibili i modelli per la predisposizione della documentazione di gara?
R:L'UNICO MODELLO PUBBLICATO E DISPONIBILE E' IL VERBALE DI SOPRALLUOGO.
 
copyright 2006 - 2017 Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - CulturaItalia Versione 2.0