mappa
  • Provincia di Cosenza
  • BSAE
  • BAP CZ - CS - KR
  • ARCHIVIO DI STATO
    Via Giovan Vincenzo Gravina
    87100 Cosenza(CS)
  • BIBLIOTECA NAZIONALE
    Piazza Toscano
    87100 Cosenza(CS)
  • Provincia di Reggio Calabria
  • BA
  • BAP RC - VV
  • ARCHIVIO DI STATO
    Via Lia Casalotto
    89100 Reggio Calabria(RC)
  • SOPRINTENDENZA ARCHIVISTICA
    Via Tripepi 59
    89100 Reggio Calabria(RC)
  • Provincia di Vibo Valentia
  • ARCHIVIO DI STATO
    Via Jan Palach, 46
    89900 Vibo Valentia(VV)
  • Provincia di Catanzaro
  • ARCHIVIO DI STATO
    Piazza Rosario,6
    88100 Catanzaro(CZ)
  • SEGRETARIATO
    REGIONALE
    PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DELLA CALABRIA

    Via Scylletion,1
    Roccelletta di Borgia(CZ)
Questo sito utilizza anche i cookie anche di terze parti che ci aiutano a fornire i nostri servizi, clicca su +Info per saperne di più o negare il consenso
Continuando sul sito o premendo su OK presti il consenso all’uso di tutti i cookie

30/04/2014 | Paola (CS)

Interventi POIN

POIn - Paola (CS) Complesso monumentale
 
 
Data Scadenza: 03/07/2014
Importo: 1.421.764,99 €
 
Contenuto Bando
Si comunica, AI SOLI FINI DI PREINFORMAZIONE, che, in esecuzione del decreto dirigenziale n. 112 del 30.04.2014, si è proceduto all’avvio della procedura aperta per l'aggiudicazione dell'appalto di progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori per l'intervento denominato: Completamento dell'intevento di valorizzazione, musealizzazione e restauro del complesso conventuale di San Francesco di Paola. Il bando ed il disciplinare di gara per esteso, nonchè il progetto definitivo, saranno resi pubblici contemporaneamente alla pubblicazione sulla GUCE e  sulla GURI.
Si comunica che nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Serie Speciale - Contratti Pubblici n. 54 del 14.05.2014 è stato pubblicato il bando per l'aggiudicazione dell'appalto di progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori per l'intervento denominato: Completamento dell'intevento di valorizzazione, musealizzazione e restauro del complesso conventuale di San Francesco di Paola.
Si informa che il termine ultimo per presentare richiesta di sopralluogo OBBLIGATORIO  è fissato alle ore 12:00 del 10.06.2014 mendiante e-mail da inviare esclusivamente all'indirizzo di posta elettronica: mbac-sbap-cs@mailcert.beniculturali.it. 
Le richieste di informazione/chiarimenti dovranno essere trasmesse entro le ore 12:00 del 10.06.2014 esclusivamente all'indirizzo di posta elettronicadirezioneregionalecalabria@pec.it. Saranno ritenute irricevibili le richieste trasmesse oltre le  12:00 del 10.06.2014 
IL TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE è FISSATO ALLE ORE 12:00 DEL 23.06.2014.
L'APERTURA DELLE OFFERTE AVVERRA' ALLE ORE 11:00 DEL 24 GIUGNO 2014 E POTRA' SVOLGERSI IN UNO DEGLI ISTITUTI TERRITORIALI DELLA DIREZIONE REGIONALE INCLUSA LA SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI PER LE PROVINCE DI COSENZA CATANZARO E CROTONE IN COSENZA PREVIA COMUNQUE COMUNICAZIONE CHE SARA' FATTA ENTRO IL 19.06.2014.

Bando di gara
Disciplinare
Relazione Storica
Relazione Tecnica
Capitolato Speciale di Appalto Parte I
Capitolato Speciale di Appalto Parte II
Computo metrico estimativo
Elenco prezzi
Illuminotecnica primo piano
Illuminotecnica piano terra A1
Indicazioni PSC
Percorsi
Piante
Stima incidenza manodopera allestimento (sostituito dall'elaborato che segue)
Stima incidenza II
Inquadramento territoriale
Tavola Sezione AA
Tavola 5 Planimetria cantieri in corso
Verbale di sopralluogo
Si comunica che, con nota prot. 5535 del 18 giugno 2014,  il SOLO TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE è posticipato alle ore 12:00 del 3 luglio 2014.
Si comunica che la Commissione di gara si è convocata il giorno 22.07.2014 alle ore 9.30 presso la sede della Direzione Regionale Via Skylletion, 1 Borgia, in seduta pubblica per l'apertura dei plichi pervenuti. 
Si pubblica il verbale di gara del 22 luglio 2014
Si comunica che la Commissione di gara si è convocata il giorno 10.09.2014 alle ore 10.00 presso la sede della Direzione Regionale Via Skylletion, 1 Borgia, in seduta pubblica per l'apertura delle offerte economiche dei concorrenti ammessi. 
Si pubblica il verbale della gara della seduta di gara del 10 settembre 2014
Si pubblica il 
verbale di gara del 22 luglio 2014
Si comunica che la Commissione di gara si è convocata il giorno 27.11.2014 alle ore 10.00 presso la sede della Direzione Regionale Via Skylletion, 1 Borgia, in seduta pubblica per comunicazioni di rettifica.  
Si pubblica il verbale della seduta del 27 novembre 2014
S
i comunica che in data 3 agosto 2015 alle ore 10.30 si riunirà la Commissione di gara incaricata per adempimenti di competenza. 
Si pubblica il verbale  di gara della seduta del 3 agosto 2015
Si comunica che nella G.U.R.I. n. 82 del 19.07.2017 è stato pubblicato avviso di annullamento della procedura di gara
 
 

29/06/2014

D:A seguito del posticipo della scadenza della gara in oggetto è stato richiesto all’AVCP lo sblocco dei pagamenti della prescritta tassa. 
R:Poiché ad oggi tale sblocco non è avvenuto e, considerato l’elevato rischio di perdita del finanziamento, non può essere concesso un ulteriore posticipo, i concorrenti che non riusciranno a procedere pagamento della tassa, potranno consegnare comunque l’offerta e saranno chiamati ad integrare la documentazione con tale pagamento. 
 

25/06/2014

D:Si chiede di poter avere gli allegati delle dichiarazioni per comprovare i requisiti di partecipazione, come specificato nel bando di gara
R:Non vi è alcuna modulistica allegata se non il verbale di sopralluogo. Le dichiarazioni dovranno essere predisposte dagli operatori economici partecipanti
 

25/06/2014

D:Si chiede di avere la eventuale lista delle categorie, poiché è previsto nel disciplinare al "punto 12.Offerta Economica", che il prezzo globale è determinato mediante offerta a prezzi unitari
R:Non vi è alcuna lista delle categorie ma il ribasso sarà applicato all'importo posto a base di gara al netto degli importi non soggetti a ribasso come previsto al punto II.8 del bando di gara. 
 

25/06/2014

D:Sono pervenute in ordine all’art. 11 del disciplinare di gara alcune richieste di chiarimento in ordine alla possibile interferenza di tale valutazione con quella relativa allo specifico aspetto di riduzione dei tempi di esecuzione dei lavori (oggetto di altra specifica attribuzione di punteggio assieme all'offerta economica) .
Si precisa al riguardo che la richiesta ottimizzazione delle attività, che darà luogo a ad una specifica attribuzione di punteggio per  specifico sottocriterio di valutazione,  non è da riferirsi alla riduzione dei tempi  in quanto offerta (che sarà oggetto di attribuzione di specifico  punteggio )   ma alla organizzazione e ottimizzazione delle fasi lavorative  del cantiere anche in ragione  delle migliorie offerte che, si presume o comunque non si può escludere,  comportino un maggiore impegno dei concorrenti in termini di opere da realizzare. Generalmente, infatti, l'offerta migliorativa propone delle opere aggiuntive o migliorative rispetto a quanto previsto nel progetto con un tempo di esecuzione che, comunque, non può superare il cronoprogramma posto a base di gara. Da tale assunto la necessità che tutto venga rielaborato ed ottimizzato tenendo conto sia dei lavori previsti, sia di quelli proposti con la miglioria. Si precisa, ancora, che l'aspetto relativo all'ottimizzazione delle attività per dare luogo ad attribuzione di punteggio deve essere oggetto di proposta migliorativa anche nel caso di mancanza di offerta di riduzione dei tempi di esecuzione.  Sono pervenute in ordine all’art. 11 del disciplinare di gara alcune richieste di chiarimento in ordine alla possibile interferenza di tale valutazione con quella relativa allo specifico aspetto di riduzione dei tempi di esecuzione dei lavori (oggetto di altra specifica attribuzione di punteggio assieme all'offerta economica) .

R:Al fine di garantire la massima trasparenza nella procedura ed evitare confusione negli operatori economici interessati si CONSIDERI BARRATA-CANCELLATA LA FRASE CONTENUTA NEL DISCIPLINARE DI GARA ALL’ART. 11 PAGINA 31 la frase come di seguito: “… una relazione descrittiva corredata da elaborati grafici  (schemi W.B.S. (Work Breakdown Structure) diagrammi di Pert, (Program Evaluation and Review Technique) diagrammi Gantt) che illustri la concezione organizzativa e la struttura tecnico- organizzativa ed i tempi complessivi che il concorrente impiegherà per la realizzazione dei lavori, comprendenti i curricula dei tecnici che faranno parte della struttura tecnico-organizzativa incaricata di dirigere l’esecuzione dei lavori
7) scheda di dettaglio dei costi di realizzazione dell’offerta migliorativa; 
 

25/06/2014

D:E’ emersa inoltre una discrepanza tra quanto indicato nel bando di gara e quanto specificato nel disciplinare relativamente alla numerazione e denominazione delle buste da inserire all’interno del plico generale. 
R:Nel precisare che ha prevalenza quanto indicato nel disciplinare di gara ART. 9 PAG. 21 si ricorda che esse dovranno essere così denominate:
“A – Documentazione amministrativa”;
“B - Offerta tecnica - organizzativa”;
“C - Offerta economica”;
“D - Offerta temporale”;
 

25/06/2014

D:Qualora l’impresa concorrente non abbia il requisito sulla categoria OS6, è necessario costituire un’ATI per la partecipazione alla gara, oppure basta la dichiarazione in sede di offerta per il subappalto di tale categoria. 
R:Si veda quanto prescritto nel bando di gara alla sezione III.6 lett. a (pag. 7/14) nonché all’art. 7 del disciplinare di gara. 
 

25/06/2014

D:Il bando richiede la categoria scorporabile e subappaltabile OS 30 I classifica. Allo stato attuale la nostra azienda è qualificata ai fini SOA con la categoria OG11 I classifica per cui possiamo ritenere soddisfatti i requisiti di qualificazione?
R:Si applica la normativa vigente in materia, comunque trova applicazione il principio dell’assorbenza in riferimento alla categoria OG11, nel senso che, ove nel bando sia richiesta la qualificazione di cui alle categorie di opere specializzate OS3, OS28 e OS30, è consentita la partecipazione anche delle imprese qualificate in categoria OG11.
 

25/06/2014

D:Il bando prevede la categoria OS 24 per un importo pari ad € 25.000 (inferiore al 10% dell’importo a base d’asta) per cui, attestando il subappalto di suddette lavorazioni è necessario o meno indicare l’impresa che le dovrà eseguire?
R:Né il bando né il disciplinare di gara richiedono l’indicazione del nominativo del subappaltatore. 
 

25/06/2014

D:Si chiede se è possibile usufruire dell’istituto dell’avvalimento, secondo l’art. 49 del D. lgs. 163/2006 in quanto nel bando di gara non è stato specificato.
R:Posto che si applica la normativa vigente in materia, l’istituto dell’avvalimento è previsto all’art. 10 comma III del disciplinare di gara
 

25/06/2014

D:E’ possibile per la ditta usufruire di un tecnico interno ed associare ad esso altri professionisti esterni indicati per il raggiungimento dei requisiti professionali
R:Tale opzione rientra tra le scelte autonome dell’operatore economico partecipazione alla procedura. 
 

25/06/2014

D:E’ necessario configurare un Raggruppamento Temporaneo di Professionisti di tipo misto, costituita cioè da un professionista interno e da altri professionisti esterni indicati dalla ditta?
R:Tale opzione rientra tra le scelte autonome dell’operatore economico partecipazione alla procedura. 
 

12/06/2014

D:
Considerato che la scrivente impresa possiede la SOA per categoria prevalente  OG2 classe III importo euro 1.033.000,00; visto che al punto III.6) del Bando di Gara si specifica che per quanto concerne la categoria OS6, qualora il concorrente non abbia la qualifica della categoria specifica, possa coprire detta categoria con la categoria prevalente il cui importo sia uguale e/o superiore all’importo derivante dalla somma dei singoli importi delle categorie. Detto ciò analizzando l’importo totale della categoria prevalente e della OS6, risulta che esso sia pari a euro 1.110.764,99 che è inferiore all’importo della categoria OG2 classe III aumentato del quinto come previsto alla luce della disciplina di lex specialis (va infatti aumentato del 20%, a norma dell’art. 61, comma 2, del D.P.R. n. 207/2010) coprendo interamente l’importo dell’appalto sopra richiesto essendo l’importo pari ad euro 1.033.000,00x1.20 = euro 1.239.600,00. Per quanto sopra esposto si chiede conferma della legittimità di partecipazione come impresa singola per le categorie OG2 e OS6, superando di fatto l’enunciato presente nel bando di gara suddetto, che esclude il concorrente non in possesso della categoria OG2 class. III bis
R:Si può partecipare l'impresa che possegga nella categoria OG2 la classifica III.
 
copyright 2006 - 2017 Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - CulturaItalia Versione 2.0